lunedì 8 giugno 2015

MARCO MENGONI - IO TI ASPETTO VIDEO E TESTO

Io ti aspetto, Marco Mengoni Io ti aspetto, Marco Mengoni

Io ti aspetto - Marco Mengoni

  Terzo estratto per quanto riguarda l'album "Parole in circolo" dell'artista Marco Mengoni, o meglio del doppio album, o , come dice lo stesso Mengoni, del doppio progetto, in quanto chiamarlo album e' abbastanza restrittivo. Si tratta di un pout pourri di generi musicali, di stili, che Marco e' riuscito a mescolare in maniera sopraffina, ogni canzone, durante il concerto, viene interpretata in maniera completamente differente dalla versione in studio, per cui, non si e' limitati , ma al contrario, si possono esprimere  differenti pensieri e sensazioni, a seconda di come, dove  e quando viene interpretato il pezzo.  

Io ti aspetto - Marco Mengoni - Testo

  Affiderò Le mie parole al mare del tempo Che le consumi un po' Forse cadrò Ma sempre e comunque In piedi mi rialzerò Tu che non sai Più niente di noi Tu che di me non hai capito mai Che sono qui Da sempre ti sento vicino Anche adesso che non ci sei Tu che non hai più niente di noi Tu che mi dai assenza e non lo sai Che gli occhi si abituano a tutto E i piedi si alzano in volo Io ti aspetto e nel frattempo vivo Finché il cuore abita da solo Questo cielo non è poi leggero Affiderò Queste parole ad un libro già scritto Che poi rileggerò Vivo così Coi sogni piegati in valigia Mischiati ai vestiti da scena Tu che non hai più niente di noi Tu che mi dai assenza e non lo sai Che gli occhi si abituano a tutto E i piedi si alzano in volo… Io ti aspetto e nel frattempo vivo Finché il cuore abita da solo Questo cielo non è poi leggero Strade che si uniscono davvero Possono poi diventare un filo Senza te io sono ciò che ero Sono solo sotto un diluvio di stelle A ognuna un nuovo nome darò Cerco di trovare il mio sorriso migliore Lo sai che sono qui già da un po' Io ti aspetto e nel frattempo vivo Finché il cuore abita da solo Questo cielo non è poi leggero Strade che si uniscono davvero Possono poi diventare un filo Senza te io sono ciò che ero Io ti aspetto e nel frattempo vivo Finché il cuore non è più da solo Questo cielo è così leggero  

Io ti aspetto - Marco Mengoni - Video


 Marco Mengoni: sito Ufficiale:  www.marcomengoni.it/

domenica 14 dicembre 2014

La bacchettata di Riccardo Muti

Muti: “Cosa sono i grandi eventi? Vestiti eleganti, auto blu e pubblico vero fuori?” La "stoccata" del Maestro sul significato del teatro Non avrà di certo rovinato la festa dell'Amministrazione in primis e dei foggiani dopo, ma la stoccata del Maestro Riccardo Muti, a metà concerto, non è di certo passata in secondo piano. Difficile non cogliere, nelle sue parole, un riferimento alle polemiche che hanno anticipato quest'attesissima prima del Teatro ....leggi l'articolo completo


lunedì 8 dicembre 2014

GRAVE LUTTO NEL MONDO DELLO SPETTACOLO

-----RADIO GAMMA STEREO -----


Dal rock al blues, al suo genere "personalissimo" ed unico.
Un malore lo ha colpito mentre stava cantando 'Oro', uno dei suoi brani più famosi.
L'artista aveva compiuto 60 anni lo scorso 6 novembre.
Un minuto dopo aver intonato le prime note, Mango interrompe l’esibizione. "Scusate", si rivolge al pubblico, accasciandosi sul palco.
Ha partecipato spesso al Festival di Sanremo, per sei volte come cantante e due come autore (di Loredana Berté e Mietta). Il suo miglior risultato è stato nel 2007, quinto con Chissà se nevica e quella è stata anche la sua ultima partecipazione. Al suo esordio a Sanremo, nel 1985, vinse il Premio della Critica con la canzone Il viaggio.
L'ultimo concerto,  proprio nella sua terra,  quella che il cantautore amava  e dove era solito dare vita a iniziative di solidarieta'.  



martedì 21 ottobre 2014

STRANO PAESE - IL MIO GARGANO (VIDEO INEDITO)


----- RADIO GAMMA STEREO -----



Un testo di Andrea Pazienza musicato dalla Dauniaorchestra, diventa una canzone per aiutare il Gargano
Andrea Pazienza scriveva, a metà degli anni ’70, il testo di una canzone per la sua terra, il Gargano. Un testo conservato da Giuliana Di Cretico, mamma di Andrea, con cui aveva espresso il suo infinito amore per il Gargano vissuto dalle esperienze giovanili tra San Menaio e Peschici.
Da queste parole inedite il musicista Umberto Sangiovanni (compositore e autore della produzione di DauniaOrchestra) ha realizzato la canzone “Strano Paese”, da cui Nerì Marcorè e Paolo Sassanelli hanno voluto far nascere il progetto “IL MIO GARGANO”
 L’obiettivo è quello di  utilizzare il brano  STRANO PAESE per sensibilizzare l’opinione pubblica ad aiutare, in questo momento difficile, le popolazioni garganiche  colpite dall’alluvione degli inizi di settembre, che ha devastato proprio i luoghi più amati e più raccontati dal fumettista: San Menaio, Calenella, Peschici. I proventi derivanti dalla vendita on-line del brano serviranno al sostegno del progetto di ripristino della Masseria di Antonio Facenna, il ventiquattrenne coltivatore di Vico del Gargano travolto dal fango mentre si recava presso la sua masseria.
 Protagonisti di questo progetto sono l’ensamble musicale della DauniaOrchestra (band nota per il lavoro di ricerca svolto negli ultimi anni sul territorio pugliese e finalista al “premio Tenco” 2012), che si avvale dei solisti Fabrizio Bosso alla tromba, Massimo D’Agostino alla batteria, Egidio Marchitelli alla chitarra e  gli attori: Emilio Solfrizzi, Neri Marcorè, Paolo Sassanelli, Luca Argentero, Bianca Guaccero, Lunetta Savino, Dino Abbrescia, Pio e Amedeo (con Michele De Virgilio e lo schermidore olimpionico Luigi Samele rappresentanti del proprio territorio in quanto foggiani) , Lillo (Pasquale Petrolo), dei conduttori radio-televisivi Alessandro Greco, Carlo Massarini e Savino Zaba, dell’amico fraterno di Andrea Pazienza Gino Nardella.
Tutti insieme si sono prestati gratuitamente a cantare le parole scritte da Andrea per il Gargano. A supporto del brano, un video girato da Luciano Scarpa unisce immagini legate alla cronaca dell’alluvione a momenti di registrazione degli artisti in sala d’incisione.


Il progetto è accompagnato dal sito internet www.ilmiogargano.it che propone contenuti inediti, backstage ed immagini che riproducono disegni del Gargano di Andrea Pazienza. A sostegno del progetto la società consortile Promodaunia si occuperà di monitorare le donazioni garantendone la trasparenza e sostenendo l’attuazione del progetto stesso, supportato anche da “Puglia Sounds” il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale.



martedì 19 agosto 2014

MICKAEL JACKSON - A PLACE WITH NO NAME

michael-jackson

----- RADIO GAMMA STEREO -----

In programmazione su Radio Gamma Stereo . Debutto via Twitter per il nuovo singolo di Michael Jackson, estratto dal suo secondo album postumo, Xscape. Il brano scelto dopo il duetto con Justin Timberlake è "A Place With No Name". Per il video ufficiale, sono state utilizzate scene inedite e dietro le quinte delle riprese del video 'The Closet' del 1992. 'A Place With No Name' è una versione re-interpretata del classico del 1972 'A Horse With No Name', che è stato successivamente registrata da Jackson con Dr Freeze nel 1998. A dirigere le immagini è stato Samuel Bayer, regista del videoclip dei Nirvana 'Smells Like Teen Spirit' e Abgels di Robbie Williams. Fonte: soundsblog

domenica 17 agosto 2014

David Guetta ft Sam Martin – Lovers On The Sun

david-guetta-lovers-on-the-sun[1] ----- RADIO GAMMA STEREO  ------

In perfetto stile spaghetti western il nuovo singolo di David Guetta. Il brano, co-prodotto da Avicii, Giorgio Tuinfort, Frédéric Riesterer e che vede la partecipazione vocale del cantante statunitense Sam Martin, farà parte del follow-up album dell’acclamatissimo “Nothing But The Beat”, uscito nel 2011 si intitola "Lovers in the sun" e segue le produzioni di "Shot me down", "Bad" e "Blast off"

lunedì 21 luglio 2014

DYLAN MAGON – ANGELI E DIAVOLI

MAGON

----- RADIO GAMMA STEREO -----

Angeli E Diavoli è in rotazione radiofonica da oggi, 22/07/2014 su Radio Gamma Stereo, ed è stato definito da Magon come un brano a cui è molto legato, in quanto è dedicato alla fidanzata “l’ho scritta ispirandomi a lei. Nella canzone affronto il tema dell’amore, allontanandomi dalla classica canzone lenta e sdolcinata, con un’attitudine un pò più “street”: parlo dell’essere sexy, della bellezza e dei lati caratteriali della mia donna. Sono molto orgoglioso e soddisfatto del prodotto finale e spero che piaccia molto anche al pubblico che segue la mia musica” ha affermato Dylan.

Il video ufficiale uscito nella pagina Youtube dell’artista, è stato diretto da Luca Tartaglia ed ha il compito di trainare il primo vero lavoro in carriera, formato da 6 tracce, alcune delle quali scritte dallo stesso Dylan. Ecco il filmato.

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Laundry Detergent Coupons